tel 0462 342244

 

Da oltre mezzo secolo in Valle di Fiemme la Famiglia Braito è sinonimo di Speck. Al Maso dello Speck le antiche ricette di Tito Braito sono utilizzate nella produzione artigianale di numerose specialità tipiche. Il Maso è immerso in un meraviglioso ambiente naturale poco sopra il paese di Daiano, dove è anche possibile acquistare i nostri prodotti o gustarli direttamente nel nostro ristorante tipico aperto tutto l'anno.

 

Tito Braito - La storia

Lo speck …il Tito ..la sua storia semplice alla ricerca del buon sapore …frutto del ben sapere.
 
E’ nella grande conca dei laghetti delle GANZAIE, il più ricco ed apprezzato pascolo di DAIANO. Migliaia  di fiori arricchiscono le centinaia  di specie erbacee di quelle praterie suggestive.
Gli animali vi pascolano beati e sereni. Il Cavallo rinnova il mantello e ne veste uno lucente…la mucca da latte cremoso e nutriente,il maiale insaporisce le sue carni nutrendosi di quei sapori, Polli e galline divengono, da modesti protagonisti della tavola, superbe delicatezze.
Le patate dei campi delle Ganzaie …brioches!
I cervi ed i caprioli che vivono nelle adiacenze  di queste praterie …rendono memorabile la più modesta delle polente… Come in una tela di Brugel queste scene sono attraversate da elegantissime Gazze….da cui il nome  GANZAIE.
Quanti estati  ha trascorso Tito su queste praterie ? quanto fieno ha rastrellato ?.. quanti panorami ha immagazzinato nella sua fervida memoria.? Quante albe ?… quanti tramonti ?
Questa vita vera ed originale ha sviluppato in Lui grandi qualità ed esperienze, gli animali e la loro conoscenza…il vento, l’ aria di pioggia e la meteorologia…le stagioni ed il loro rincorrersi seguendo percorsi diversi da quelli scanditi dal calendario…Tito, già giovanotto,è in grado di valutare un animale per le sue potenzialità, sfiorandolo ed osservandolo…Non sbaglia quasi mai!
Ecco che arriva l’ età del lavoro, della famiglia e Tito si prepara al lavoro che ha scelto …Emigra in Germania per imparare le tecniche della lavorazione dei salumi tipici del nord e delle Alpi. E’ in Baviera che TITO diviene un Metzgermeister.
Torna in Valle di Fiemme ed avvia la SUA macelleria salumeria a…Daiano, il suo paese.
Non ci vuole molta propaganda per imparare che la carne migliore la lavora LUI, ma soprattutto che speck buoni come i suoi, profumati nell’ aria delle Ganzaie, non si erano mai gustati…che le luganeghe del Tito fanno di una polenta un’occasione gastronomica… che salumi e salami divengono presto vanto di massaie ma anche  SOUVENIR di qualità per turisti e per valligiani orgogliosi della valle...
Tito seleziona, con la sua esperienza, ottimi formaggi che propone al suo banco…cucina  particolari tagli di carne…prepara spiedi e ripieni…ANTICIPA di vent’anni la moderna macelleria…a Daiano.
Viaggia con una rarissima Volvo gia negli anni settanta, ed è precursore anche in questo!
Oggi la sua indicazione è rilanciata dai figli e dalla moglie DIRCE e dalle nipoti. La tradizione dello Speck di Fiemme ( piu dolce …piu delicato…piu fragrante di quello Tirolese) continua grazie a loro e…alle sue ricette.
Le GAZZE sono il portafortuna di uno speck che profuma di nocciole …le ”resteladore“ sullo sfondo sono il ricordo della fatica che serve per avere prodotti sani e di qualità, le praterie ed il bosco l’aroma e l’essenza della terra, la terra che  dona al prodotto che  state per gustare tutta la fragrante vitalità che scoprirete in bocca.